BANDO AUTOTRASPORTI 2017

Il 7 settembre è stato pubblicato il bando Autotrasporti 2017, finalizzato al rinnovo del parco veicoli delle aziende di autotrasporto di merci per conto terzi o loro consorzi.

Interventi ammissibili:

Acquisizione, anche tramite locazione finanziaria, di autoveicoli nuovi di fabbrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 t a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG ed elettrica (Full Elettric) nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica

·         Acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica Euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 t con contestuale radiazione per rottamazione di veicoli di stessa massa;

·         Acquisizione, anche tramite locazione finanziaria, di rimorchi e semirimorchi nuovi di fabbrica per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO, dotati di dispositivi innovativi (*) volti a conseguire maggiori standard di sicurezza ed efficienza energetica nonché per l’acquisizione di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale;

·         Acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro senza alcuna rottura di carico.

 

Gli interventi finanziabili devono partire dal 1 agosto 2017 fino al 15 aprile 2018 data ultima per l'invio della domanda.

Contributo:

·         Per autoveicoli nuovi di fabbrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 t a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG ed elettrica (Full elettric) nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione: 4mila euro per ogni veicolo CNG e 10mila euro per ogni veicolo elettrico;

·         Per autoveicoli di massa complessiva pari o superiore a 7 t: 8mila euro per veicolo a metano CNG e di 20mila euro per veicolo a gas naturale liquefatto LNG ovvero a motorizzazione ibrida;

·         Per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli di massa complessiva pari a 3,5 t per il trasporto merci come veicoli elettrici il contributo è determinato in misura pari al 40% dei costi ammissibili, comprensivi del dispositivo e dell’allestimento con un tetto massimo pari a 000 euro.

·         Per veicoli nuovi di fabbrica Euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 t con contestuale radiazione per rottamazione di veicoli di stessa massa: 5mila euro per ogni veicolo radiato di massa complessiva a pieno carico da 11,5 a 16 t, 10mila euro se superiore a 16 t;

·         Per i rimorchi e semirimorchi nuovi per trasporto combinato ferroviario o marittimo rispondenti alla normativa UIC 596-5 e/o IMO, dotati di almeno un dispositivo innovativo tra quelli suindicati, nonché per rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 t allestiti per il trasporto da effettuarsi conformemente agli accordi sui trasporti nazionali e internazionali delle derrate deteriorabili (ATP) mono o multi temperatura, per la sostituzione delle unità frigorifere/calorifere installate, ove non rispondenti agli standard ambientali, con unità frigorifere/calorifere alimentate da motore conforme alla fase V: 10% del costo del semirimorchio per le medie imprese e al 20% per le piccole imprese, con un tetto massimo pari a5mila euro/veicolo; per le grandi imprese, invece, il contributo è pari a 500euro.

·         Per i gruppi di 8 casse mobili e di un rimorchio o semirimorchio porta casse, l’incentivo è pari a 500 euro.

Tutti gli incentivi sono maggiorati del 10% quando l’acquisto è effettuato da una PMI e da imprese aderenti a una rete. Tutte le maggiorazioni sono cumulabili e si applicano sull’importo netto del contributo.

I contributi previsti dal decreto non sono cumulabili con altre agevolazioni pubbliche, incluse quelle concesse a titolo de minimis, per le medesime tipologie di investimenti e per i medesimi costi ammissibili.


Corefi – Via Volumnia 52/C – 06135 Perugia - Tel. 0755008731 - infocorefi@econet.it - PEC corefipg@legalmail.it

Another Project By: Marketing:Start! - Privacy Policy - Cookie Policy